Pirenei : Vacanze da Diva

I nostri grandi chef

Jean-Pierre e Alexis Saint Martin – Argelès-Gazost – Val d’Azun – 3 Toques al Gault & Millau

Jean-Pierre Saint Martin

All’ombra dell'Abbazia di Saint Savin, la famiglia Saint Martin vi accoglie con generosità nel suo ristorante.

Alchimisti e poeti, Jean Pierre e Alexis, suo figlio, lavorano con ispirazione e diletto i prodotti del territorio, rinnovando al "gusto attuale" le ricette perdute nel tempo e nella tradizione, e offrendovi così il saper vivere dei Pirenei...

Maiale nero di Bigorre, vacche di razza Blonde d’Aquitaine, cipolle di Trébons, porcini: il territorio ogni giorno si reinventa grazie all'amore per i prodotti buoni.

La cucina è una questione di famiglia, ma anche di cuore. La tavola è frutto delle origini paesane dei Saint Martin, arricchita da tutte le competenze dei suoi chef…

In queste storie di uomini c'è Françoise, originaria della Bretagna. Vi accoglie con cordialità, buon umore, e vi accompagna nella scelta dei vini affinché tutto sia in armonia. Da questo incontro tra il Bigorre e la Bretagna, dell’oceano con la montagna, è nata una tavola che gioca tra terra e mare.

Qui, i gamberoni fanno da ornamento al maiale nero, le ostriche si mescolano al tartufo, gli scampi alle spugnole... Una sapiente mescolanza di mare e monti che vi coinvolgerà in un tourbillon di sapori...

Serge Latour e il Relai du Castéra – nel Nistos – 3 Toques al Gault & Millau

Serge Latour

Serge Latour ama le cose buone tanto quanto il suo territorio: per questo ha deciso di collocare il suo ristorante lontano dai sentieri battuti, nella tranquilla valle del Nistos.

La sua cucina varia con le stagioni, in base ai suoi gusti, al ritmo della sua creatività. Il piatto mescola in maniera equilibrata cucina classica e originale, e ogni ricetta è una vera sorpresa.

Le capesante si uniscono ad un brodo di castagne dei Pirenei e si colorano del boudin di maiale nero di Bigorre; la faraona in crosta si riveste di limone confit, costellata di uva passa e lardellata di foie gras saltato.

Il territorio viene rivisitato per il piacere del palato e sempre a vantaggio dei sapori.

Qui si lavora a contatto con i produttori locali, persone che rispettano i loro prodotti e che amano il loro ambiente. Filiera corta, qualità, genuinità: la tavola rispetta questa filosofia. Qui non troverete mai le capesante in estate né le fragole in inverno… Serge Latour vi dirà che con la sua cucina educa i clienti, che ogni prodotto ha la sua stagione e che c'è tempo per ogni cosa... Forse è proprio questo il segreto del suo successo.

Hautes Pyrénées : Sources naturelle de vacances

Menzioni legali Contattateci Mappa del sitio Chi siamo ?

Drapeau Union Européenne
Site cofinancé par l'Union Européenne. L'Europe s'engage avec le
Fonds européen de développement régional.